I colori del Cocker Spaniel Inglese

I Colori del Cocker Spaniel Inglese
I Colori del Cocker Spaniel Inglese

Una tra le tante meraviglie del Cocker è la grande varietà di colori del mantello. I colori del cocker possono essere suddivisi in "solidi" e "pluricolori".

 

COLORI SOLIDI: Nero, fulvo, fegato (liver), nero focato e fegato focato. E' ammessa una piccola macchia sul petto, mentre macchie bianche sui piedi sono indesiderabili. La presenza di questo tipo di macchie non implica in ogni caso che il cane sia un pluricolore.

 

PLURICOLORI: Blu roano (chiaro e scuro), arancio roano, fegato roano, bianco nero, bianco arancio, bianco fegato, tricolore roano, tricolore fegato e fegato roano. I pluricolori possono essere inoltre classificati  in  ordine di dominanza (genetica): roano, ticked (piccoli spot di colore) e macchiati. Nei pluricolori è preferibile che le macchie siano ripartite sul corpo in modo uniforme anche se l'assenza di macchie è comunque accettabile.

Le focature (tan markings) possono essere presenti sia nei solidi che nei pluricolore.

Le numerose varietà di colore del mantello sono il risultato della combinazione di una altrettanto numerosa  gamma di geni. Essi si combinano per determinare il colore del mantello (nero, rosso e fegato) e il suo tipo (solido, pluricolore). La varietà del pluricolore può essere ulteriormente suddivisa in roano, ticking (piccoli spot di colore) e pezzato, in ordine di dominanza genetica.

Tutti questi fattori sono frutto di una riconosciuta serie di colori (loci, cioè la posizione di un gene nei cromosomi) presenti nei cani. I colori  generalmente riconosciuti sono  A (agouti), B (marrone), C (serie Chinchilla), D (blu diluito) E ('estensione' che è responsabile del colore rosso nel cocker), (grigio), M(merle), R (roano), S (bianco spotting) e T (ticking).

 

Nella maggior parte dei casi, multipli loci lavorano insieme così diversi geni si combinano per produrre un colore. Un gene può anche mascherare la presenza di un altro gene.

In genetica si distingue tra il fenotipo, l'aspetto esteriore del cane, e il genotipo, ossia la sua composizione genetica, che può o meno essere espressa nel fenotipo. Oltre a ciò, vi sono geni che sono più o meno dominanti; nella letteratura scientifica i geni dominanti vengono rappresentati con una lettera maiuscola mentre i recessivi (quelli un pò meno forti) con una lettera minuscola.

 

Ciascun cane riceve un set di geni da ciascun genitore. La combinazione di questi geni dà origine non solo al colore, ma anche la lunghezza delle orecchie,  pigmentazione degli occhi, la morfologia stessa del cane.

 

I loci che determinano i colori del mantello

NERO E FEGATO
Nero e fegato vengono identificati con B, la serie marrone, responsabile della pigmentazione nera. I geni del nero (B) e del fegato (b) sono gli stessi del nero dominante. Un cane 'bb' produce pigmento marrone laddove il cane avrebbe dovuto avere il nero: colore del mantello, ma anche del tartufo, delle rime  palpebrali e il colore della pelle.

 

ROSSO
Il gene per il rosso non è lo stesso del nero e del fegato. Il loci è E, la serie di estensione. Questa serie include Ed (dominante nero), E (normale estensione) e e(rosso recessivo) . Un rosso è prodotto da due (EE), i geni recessivi del rosso.  Il colore della pelle e degli occhi si pigmentano normalmente, ma talvolta il tartufo è meno pigmentato. Sembra inoltre che i rossi abbia una probabilità superiore al 30% di avere macchie di bianco su cuccioli neri o fegato e i rossi/arancio pluricolore tendono ad avere una estensione maggiore di bianco rispetto alle macchie nere o fegato.

 

ROSSO/ARANCIO PLURICOLORE
Lo stesso loci (EE) rosso recessivo produrrà il colore rosso nei pluricolore che appare più chiaro. Per questo motivo è chiamato arancio, anche se il loci è lo stesso (B, ee). In alcuni casi il rosso potrà essere più scuro o più chiaro e viene definito come rosso roano o bianco e rosso.

 

LIMONE o FULVO CHIARO
Il colore limone è un arancio chiaro, che può apparire quasi giallo. Esso è un rosso/arancio (EE) con il loci anche per il fegato (Bb). I due colori recessivi schiariscono il normale colore del mantello. Ci sono anche altri fattori genetici come il "gene chinchilla" e altri modificatori genetici che agiscono insieme al gene del fegato nel causare le macchie gialle.

E' importante ricordare che i fattori per la determinazione del colore "funzionano" in egual modo nei solidi e nei pluricolore.

 

I colori Solidi

I solidi sono determinati dal loci S, il gene comune alle razze che non hanno macchie bianche. Un cane SS può mancare di bianco ma al contempo può esprimere piccole machie bianche come quelle del sottogola.

 

Essendo S, un colore solido dominante, esso potrà portare il gene del pluricolore, ma un pluricolore non può portare il gene del solido. Un solido che porta due geni del solido produrrà solo colori solidi, ma accoppiato con un pluricolore produrrà cuccioli solidi che porteranno il gene del pluricolore. Se un solido che porta il gene del pluricolore si accoppierà con un pluricolore, alcuni cuccioli saranno solidi ed altri pluricolore, ma tutti i solidi porteranno il gene del pluricolore.

 

Il Roano

Il loci R, è il roano. La natura di questa varietà e il progressivo sviluppo di peli neri in una zona chiara non è definito e ci sono ancora numerosi dibattiti sull'argomento. Il roano si definisce come  avente il colore base (nero, rosso o marrone) ma con una mutazione che lo rende più chiaro per via della presenza di peli bianchi che si mischiano al mantello. Il roano (R) sembra essere dominante rispetto a (RR) non roano, per esempio bianco e nero.

 

Il ticking

Il colore pezzato può avere anche dei piccoli spot di colore nella parte di mantello che sarebbe dovuto essere bianco puro.  Quando si verifica, il loci è il (T); esso è dominante rispetto a (t), cioè la mancanza di ticking. Quantità e posizione di questi spot sono fortemente influenzati dai geni per le dimensioni, la forma e la densità. E' ancora in discussione se sia possibile definire il ticking come roano. Entrambi infatti possono presentarsi sullo stesso cane, ma non il roano e la pezzatura.

 

La pezzatura

Un cane pezzato non avrà né il ticking  né il roano nel mantello, ma presenterà del bianco pulito. Mancanza di ticking (tt) è recessiva rispetto al roano e al ticking.

Il TAN - Le focature

Ogni colore del mantello può presentare delle focature che appariranno sul muso, sulle sopracciglia, sul petto, sulle zampe e sotto la coda. Il Tan è loci (A) agouti con l'allele (at), ed è recessivo: un cane con le focature deve avere ricevuto il gene (at) da entrambi i genitori. Un cane può inoltre produrre cuccioli con focature anche senza averle egli stesso; sarà sufficiente che uno dei genitori fosse portatore e che egli sia accoppiato con un cane che porti lo stesso gene (at).

Anche il rosso e l'arancio possono avere le focature, anche se fenotipicamente non sono visibili.

Articolo tradotto dall'originale presente nella documentazione dell'American Cocker Club.
Fotografie e disegni presenti nell'articolo sono realizzati e di proprietà di Zahircocker. 
E' vietato l'uso delle stesse senza autorizzazione